Notizie

Loading...

lunedì 20 dicembre 2004

Quegli articoli di Sherif...

Trovata su un forum

Allora ragazzi, non si é mai totalmente nel giusto cosí come non si é mai totalmente nel torto. Questo é valido anche per la Fallaci. Premetto che sono un ammiratore della Fallaci e che ho letto tutti, ripeto, tutti i suoi libri. Non per questo peró mi metto a venerarla come una santona e prendere per sacro tutto quello che esce dalla sua bocca. NON sono decisamente filo-musulmano ne´arcobalenista, peró devo ammettere che leggere quegli articoli di Sherif El Sebaie é stato per me molto costruttivo, perché ho trovato conferma a tanti dubbi che mi erano sorti leggendo (e rileggendo) i suoi ultimi 2 libri nonché la sua autointervista.

Punto primo: i soldi e i ricavati delle vendite dei suoi libri. Dato che la Fallaci scrive articoli e interviste e pubblica libri da piú di 50 anni, non capisco come possa venire a raccontarci che rischia di vendere matite sul marciapiede. Il suo patrimonio vanta svariati miliardi (casa nel centro di Manhattan, le due case in Italia -di cui una di 23 camere-, la tenuta che produce il Chianti e l’olio, il Dover Delicacies, i finissimi vini, le sigarette speciali, le collezioni del seicento-settecento e l’antiquario-libraio).

Punto secondo: mano sul cuore, ragazzi, i suoi ultimi libri trattano gli stessi temi. Non sono altro che manipolazioni del suo primo libro sotto un altro titolo. Parole e pensieri che significano la stessa cosa, e che ci propina in tutte le possibili combinazioni. Come non nutrire il dubbio che la Fallaci abbia scoperto un filone d’oro, e ha subito intuito di doverlo sfruttare fino in fondo?

A me mancano i suoi bei libri, quelli di una volta, quelli scritti prima dell´11.09. Erano un vero paradiso, ogni parola scelta con la massima cura, le sue descrizioni dei luoghi cosí dettagliata, che a te lettore sembrava di essere lí sul posto e di vivere tutto in prima persona. Ma ve lo ricordate il passaggio del "se il sole muore" quando lei descrive il decollo del razzo che va sulla luna con tanto di count-down etc? o quando in "niente e cosí sia" descrive il volo sull´aereo da combattimento? e suoi ritratti su "intervista con la storia"? Ragazzi a me vengono ogni volta i brividi a rileggere quelle righe...

Carlo, Germania

mercoledì 1 dicembre 2004

Gira per l'Italia una Fallaci

La simpatica

Gira per l'Italia,
forse per carità di patria,
una giornalista di ordine sotterraneo,
brutta, vecchia e risucchiata dalla Luna.
Scrive interviste immaginarie
incise su nastri di reggicalze:
così tenta di assorbire
i suoi tumulti interni e fisici.
Per lei non fiori
ma opere di bene.

Salvatore Quasimodo (1901 - 1968)