Notizie

Loading...

martedì 5 luglio 2005

A buon intenditor...

"Il tipino (cioè il sottoscritto) dovrebbe sapere, per dirla in termini statistici,
che eventi a probabilità nulla si verificano ogni giorno… a buon intenditor poche parole".
Un commento dal blog di Stefania Atzori (si vergogni !)

Signori, sono stufo. Non accetterò più che questo blog diventi uno spazio di confronto fra chi appoggia e chi deride il sig. Allam. E non per il rispetto che serbo per il sig. Allam come exallievo salesiano e come egiziano, ma perché trovo ridicolo che l'oggetto di discussione dei commenti non siano i post che scrivo bensì il sig. Allam che scientemente viene menzionato, con scopi provocatori, dal sig. Sartori.
A causa dei messaggi di chi è venuto a lamentarsi qua del "clima parziale" sul forum del sig. Allam e che ora è tornato da dove se ne era venuto (anche su mio invito) - e ignorando il fatto che così come veniva lasciato lo spazio a chi se ne lamentava, è stato lasciato lo spazio anche a chi lo difendeva - il sottoscritto non solo viene menzionato un giorno sì e un giorno no con i peggiori epiteti da più parti, ma ricevo anche minacce del tenore sopra esposto. E non sono solo le palesi minacce via web, che lasciano il tempo che trovano, ma mi arrivano pure altri tipi di minacce più subdole e indirette ma palpabili.
Ora, mi ritrovo ad essere il bersaglio esclusivo di una banda di fanatici, sapientemente aizzati, che non sanno manco cosa significhi la parola "libertà d'espressione" che pur invocano a squarciagola, che non sanno distinguere fra l'opinione su un libro e "l'insozzare la vita altrui" e che palesemente e impunemente minacciano, per davvero e non per "invenzione", di passare ai fatti. Mi sento "protetto" comunque? Si, mi sento protetto dalla mia onestà intellettuale e dalla mia profonda convinzione nella correttezza di ciò che scrivo, mi sento protetto da un'eredità culturale familiare che si è sempre distinta nell'opposizione all'oppressione e alla tirannia e nel servire il proprio paese, anche con il sangue.
Ma voglio dare loro questa piccola soddisfazione, una delle poche che sarò disposto a regalare su questo spazio: il primo che scriverà il nome "Allam" nei commenti, nel bene o nel male che sia, verrà cancellato. Non ho mai menzionato il sig. Allam in vita mia nei miei post o articoli, non sono mai intervenuto da lui e, se non fosse per quella benedetta replica mai pubblicata al post dove venivo diffamato sul suo forum, non mi sarei mai azzardato da quelle parti. Quindi, vi prego, lasciate stare il sig. Allam e lasciate stare anche me, che delle vostre diatribe con lui non ne voglio sapere proprio niente. Chi ha qualcosa da dirgli, siccome di questo si tratta, l'indirizzo del suo forum sul sito del Corriere è noto, vada e glielo dica di là o altrove... e se viene o non viene pubblicato, sono - esclusivamente - cazzi suoi (scusate l'espressione) !