Notizie

Loading...

venerdì 12 agosto 2005

Ci stanno comprando !


Sembra che il mio articolo sull'Eurabia finanziaria, seguito da un breve commento sulla vicenda della Rcs, sia arrivato alle orecchie della sig.a Ida Magli, collaboratrice de Il Giornale e La Padania nonché autrice di un libro, uscito in questi giorni e intitolato "Omaggio agli Italiani – Una storia per tradimenti", Ed. Bur.
Risultato? Ha scritto un pezzo assolutamente allucinante dove tra l'altro sostiene che "dovrebbero immediatamente vietare con una legge apposita l’acquisto di qualsiasi bene immobiliare a chi non è cittadino italiano e residente in Italia da almeno trent’anni" perché "i musulmani possiedono enormi ricchezze (tanto più che lasciano nella più estrema povertà i propri sudditi) con le quali comprano le nostre aziende, le nostre case, i nostri negozi, i nostri territori, le nostre banche, i nostri giornali".
Particolare attenzione viene prestata proprio a Torino (dove tra l'altro vivo): prendendo spunto dalla vendita del 5 % della Ferrari a capitali arabi, la Magli sostiene che i musulmani "Arrivano a migliaia, con il permesso e senza permesso, e non sappiamo neanche con precisione quanti siano perchè i nostri governanti non vogliono farcelo sapere. Però è sufficiente ciò che si vede. Torino (non per nulla la città della Fiat) è già tutta di loro proprietà" e che "Gli Agnelli avevano già venduto buona parte della Fiat a Gheddafi, il quale ci tratta giustamente da umili servi inviandoci migliaia di africani musulmani “poveri” cui lui, da perfetto osservante del Corano, non porge neanche un dito ben sapendo che gli servono per impadronirsi dell’Italia."
Per fortuna le leggi dell'economia capitalista prestano poco ascolto a simili vaneggiamenti. E gli imprenditori sono più che contenti dell'eventuale affluenza capitali arabi. Le è andata male, stavolta, sig.a Magli !