Notizie

Loading...

mercoledì 31 agosto 2005

Lettere del giorno

"Ho trovato per caso questo blog e questa diatriba e sono rimasto veramente stupefatto poiché questo signor Sherif, italiano o forse no, immigrato in attesa di nazionalità, ma la cosa ha poco conto, il mio paese è grande e accogliente, offre una sponda a tutti anche ai più indegni come Adel Smith che getta i crocefissi dalle stanze degli ospedali ove ci sono ricoverati pazienti di religione diversa dalla sua. Caro signor Sherif ciò che conta è che lei non rispetta questo paese indipendentemente dalla sua nazionalità vive in Italia e qui usa i mezzi che l'Italia le offre per attaccare gli italiani. Si sente talmente furbo e al di sopra delle parti di cui invece è un degno esponente di cantarsele e rispondersi da solo, prendendoci tutti per imbecilli. Quante botte e risposte si è dato da solo qui dentro signor Sherif? Vuole dare una lezione di civiltà a un ragazzino impertinente? Ebbene la dia, perché questa non è una lezione di civiltà, ma il contrario è una lezione di mafia.... sò chi sei.... dove abiti..... a quale scuola vai..... ecco la tua foto.... vuoi mai che qualche invasato unto e bisunto da Allah, non esegua una fatwua ad hoc e così tutti gli altri dopo di lui staranno zitti? Ci mancherebbe che l'Italia non ricevesse la sua "lezione di civiltà" del tipo Van Ghogh, ci mancherebbe che qualcun altro osasse anche solo mettere in dubbio la mia civiltà islamica.E' vero cari italiani che vi hanno accoltellato, il traduttore dei versetti satanici, per la fatwa di Khomeini, è vero anche che in questo ultimo trentennio sul territorio ci sono stati tanti attentati di matrice islamica, ma non vi sono bastati e allora aggiungiamone un altro. E' questo il messaggio di civiltà Signor Sherif? Perché è questo ciò che hanno udito le mie orecchie attraverso il suo scritto. E' questo che vi rende razzisti signor Sherif, questa presunta superiorità, le parole che spendete per difendere la vostra onorabilità colpita da questi imbecilli di italiani, che tentano un' estrema difesa dei propri valori, che hanno paura delle azioni che quelli come voi continuamente mettono in atto in ogni parte del mondo, delle fatwe che non hanno confine e che non rispettano la costituzione dei paesi in cui vengono attuate. Debbo ricordarle che Magdi Allam è protetto da una scorta, cosa fa, ora finge anche di difenderlo, per attaccare un ragazzo poco preparato sul piano della legalità? Non poteva scrivergli in privato e chiedergli di non uscire dal diritto altrimenti avrebbe agito contro di lui? Questo ragazzo non è un terrorista, non è un personaggio pubblico, lei non ha nessun diritto di metterlo in prima pagina sul suo blog, trattandolo alla stregua di un vero delinquente e se avesse sbagliato persona?Dubbi mai vero certezze illimitate date dal dogma religioso intollerante di cui lei ora ci sta dando una nuova prova. Buon soggiorno in questa bella e generosa nazione che è la mia patria: l' Italia e le auguro di non trovare gente come lei sul suo cammino, perché Calderoli che lei cita impropriamente, è un angioletto rispetto a lei".

Risposta: Questa sua grande fantasia che mi attribuisce fatwe, minacce mafiose e offese all'Italia, oltre a paragonarmi a Calderoli, non può che essere indice della presenza di tappi di cera in entrambe le sue orecchie. Le consiglio di visitare immediatamente un medico, perché se ora non sente bene - e lei non sente per niente bene - in futuro rischia di perdere completamente l'udito (si sente minacciato anche da questa diagnosi?)

"Personalmente Lo PseudoSauro, che sono io, ritiene che il tenutario di questo blog sia uno stronzo, ma e' un'opinione che in regime democratico e' legittimo maturare, ed ancor piu' esternare: no? Un'altra opinione personale, democraticamente esposta secondo le regole della liberta' di espressione e' che il corano sia un ammasso di sciocchezze; se cio' offende la sensibilita' dei tagliatori di teste e delle umme esultanti al crollo dei grattacieli, sinceramente mi sento onorato. Un'altra opinione che, sempre approfittando della liberta' di espressione, mi sento di esternare in questo covo di vipere, riguarda per l'appunto la maggior parte dei rettili frequentatori di questo luogo di decenza, che senza molte perifrasi, ritengo essere dei traditori del proprio popolo, quando italiani, e dei sabotatori nemici quando stranieri. Si sa quale trattamento sia riservato agli uni ed agli altri in tempo di guerra, ma siccome da noi vige la "pace senza se e senza ma" almeno una pedata nel culo, o un buffetto sulla guancia, spero mi siano concessi. Naturalmente, siccome sono conscio del fatto che in Europa vigono leggi illiberali e limitative dei diritti fondamentali dell'individuo, non dubito del fatto che qualcuno vorra' denunciarmi all'autorita' costituita per aver espresso le mie libere opinioni. A tal proposito, ricordo alle mandrie islamiche che qui pascolano che da oggi almeno una persona verra' ogni giorno a dichiarare cio' che qui ho dichiarato io. Vedremo se si avra' il coraggio di denunciare mezza Italia; e vedremo se il crare un caso giudiziario giovera' piu' alla "religione di pace" o agli xenofobi eurobei. Salamelecchi.
Lo PseudoSauro
Risposta: Caro Pseudosauro, accoglierò volentieri le sue libere opinioni e anche quelle dei suoi rispettabilissimi amici. Venite e moltiplicatevi, ce n'è per tutti.