Notizie

Loading...

lunedì 29 agosto 2005

M. Marullo: Allam indegno perché musulmano

Finalmente abbiamo il piacere di confrontarci con persone vere con tanto di nome, cognome e foto e non trincerate dietro ridicoli nick anonimi. Sarebbe carino se tutti quei simpatici signori e signore che frequentano il sito Thankyouoriana, ineggiando al massacro dei musulmani, facessero come ha fatto il ragazzo sopra ritratto. Non vedo infatti perché il sottoscritto, Dacia, Miguel e altri, che palesano le proprie opinioni pubblicamente - assumendosi la responsabilità delle proprie parole e delle proprie azioni - devono rimanere gli unici ad essere descritti come "membri di Hamas", "fratelli musulmani" ed "estremisti", sempre con tanto di nome e cognome, mentre i nostri accusatori rimangono nascosti dietro generici e patetici "Stefania", "Anonimo veneziano", "Badwolf" e "Oriano Fallace" per inneggiare all'aborto procurato in calci in pancia alle musulmane (secondo lo staff legale della IADL si prospetta, per Oriano, il reato di incitazione al genocidio) e altri propositi civili e superiori.
Oggi sappiamo chi è l'autore delle vergognose frasi su Magdi Allam, e comunque sul valore che rappresenta per lui un musulmano e/o l'essere musulmano in generale (ed è cio' che più conta): si chiama Marco Marullo e risiede in Giugliano in Campania (NA). E' lui lo studente dicianovenne che ha definito - sul forum thankyouoriana.it - l'editorialista e Vicedirettore ad personam del Corriere della Sera, Magdi Allam, "un islamico" che "non ha niente a ke fare con l'occidente, la libertà, la giustizia, l'uguaglianza..." con lo scopo di frenare la proposta lanciata da un'altro utente dello stesso forum riguardo una ipotetica - quanto improbabile - adesione del Vicedirettore del Corriere alla nascente associazione "Io sto con Oriana".
Dietro il nick "Non omnis Moriar" che di solito usa sul forum Thankyouoriana.it, e nel quale compaiono le gravissime esternazioni, si nascondeva infatti un giovane studente che dice di "amare la musica" e di "interessarsi di politica". Il primo settembre prossimo dovrà sostenere l'esame per accedere all'Università. Ha fra i suoi siti preferiti il sito di Forza Italia, il fanclub di Silvio Berlusconi e il forum dedicato a Oriana Fallaci, a cui dedica tra l'altro un'intera sezione di fotomontaggi accompagnati da slogan come "Oriana mea lux", "Oriana mea Dea" e "Oriana ti amoooo". Odia invece i comunisti e le cipolle. I suoi film preferiti sono "Spiderman" e "Shrek". A guardare la sua foto sembrerebbe una ragazzo come tanti, con uno sguardo dolce e un po' sognatore, fiducioso nel futuro e probabilmente senza nessun piano nel riguardo. Un "Ragazzo simpatico, dolce, solare", come si definisce lui stesso. Ma dietro al "migliore amico", il "figlio perfetto", il "ragazzo ideale", è anche il razzista esemplare.
L'indirizzo del suo blog, dove i dati sopra elencati sono di pubblico dominio, non si scusa - pur rivelando la propria identità (ha lascito un link al proprio blog in un commento lasciato sotto il post che lancia una campagna a sostegno del giornalista discriminato in questo sito) - bensi tenta di giustificare le proprie esternazioni, sempre sul famigerato forum: "Starebbe al sig Allam scegliere se accettare di aderire ad uno statuto in cui si dichiara la superiorità dell'Occidente e della sua cultura avente radici CRISTIANE!". E' implicito che Magdi Allam, in quanto musulmano e quindi "inferiore", non dovrebbe accettare. Mi chiedo se, in Italia, e cioè in una repubblica che vanta negli articoli della propria costituzione parole come "Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali" e "Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge" è accettabile che venga costituita un'associazione che rivendica la superiorità di una cultura e di una religione in particolare. Se dei musulmani costituissero un'associazione in questi stessi termini, rivendicando la superiorità della civiltà araba e della religione islamica, come verrebbero considerati?
Il dietrofront con cui Marco Marullo tenta di mascherare il vergognoso accaduto ha dell'incredibile: dal "Nonostante io apprezzi Magdi Allam non so se accetterei ke lui facesse parte della nostra associazione..." lo studente napoletano è passato al "Sarei onorato di avere un personaggio illustre, intelligente, colto e sensibile come Magdi Allam nella nostra associazione...". Sul suo sito personale si lamenta - senza nessun riferimento al forum spesso menzionato con orgoglio dalla scrittrice fiorentina o alla campagna di solidarietà al giornalista egiziano, bensì implicitamente al sottoscritto, a cui è sembrato doveroso esprimere solidarietà al collega del Corsera - definendo "limitato colui ke trae le sue conclusioni attraverso la fugace lettura di fredde parole lasciate li, talvolta a caso, senza pensarci su 2 vlt, prive di emozioni, di sensazioni...Spesso prive di "umana-sensibile verità"...
Intanto le "fredde parole lasciate li senza pensarci su due volte, talvolta a caso" sono inequivocabili: in quanto musulmano, Magdi Allam è indegno di stare in un'associazione occidentale e CRISTIANA (per usare il suo font) superiore. Si tratta ovviamente di una chiara discriminazione su base confessionale, e si prospetta il reato di incitazione alla discriminazione razziale. Decisamente misere, comunque, sono le figure collezionate dai frequentatori del forum Thank You Oriana in questo ultimo periodo: uno di loro, denunciato dall'Onorevole Dacia Valent per insulti razziali mandati dal computer dell'azienda dove è impiegato, la Società Infocamere di Padova, ha minacciato di suicidarsi. I suoi compagni virtuali hanno subito preso le distanze da lui, affermando di essere sempre stati in conflitto con il personaggio per i modi volgari e pericolosi ma una approffondita analisi dei contenuti del sito li smentisce categoricamente.
Per gente che afferma di voler essere processata assieme alla Fallaci, il loro comportamento di fronte ad un collega che sarà processato fra breve è emblematico del grado di solidarietà che tali individui saranno in grado di mostrare all'anziana scrittrice l'anno prossimo, quando verrà processata per vilipendio alla religione islamica. Dopodiché si è assistito ad una processione di "nazisti pentiti" sempre sulle pagine dell'On.Valent dove tutti i soggetti incriminati chiedevano scuse e imploravano comprensione. Qualcuno ha chiesto pietà anche per l'Oriano che intanto è tornato ad offendere dal suo beneamato covo. Un moderatore si è dimesso, un utente è stato bannato (salvo ritornare sotto un'altro nick per contribuire alla campagna di odio, dichiarando perfino di essere la stessa persona): lo stesso che ha minacciato l'incolumità dei figli di Dacia Valent.
Ma questo non è bastato. La campagna "Erudiamone uno per educarne cento" ha evidentemente molta strada da percorrere ancora. Ventiquattro ore fa, infatti, Marco Marullo emette la sua sentenza: Magdi Allam, l'esempio del musulmano moderato che l'Italia adora amare, non è degno - in quanto musulmano - di fare parte della nascente associazione a sostegno della Fallaci, in quanto associazione che dichiara "la superiorità dell'Occidente Cristiano". Solo la campagna di solidarietà nei confronti del giornalista, lanciata dal sottoscritto, lo ha convinto a dichiarare la propria identità e a tentare di scusarsi, in maniera a dir poco contorta e insoddisfacente. Gli fa onore, comunque, il fatto di aver svelato la propria identità. Sarebbe auspicabile che anche i suoi compagni di incursioni virtuali razziste facessero altrettanto.