Notizie

Loading...

lunedì 1 agosto 2005

Marito di una fanatica


Nello Stato indiano dell’Orissa, alcuni membri del “Vishwa Hindu Parishad” (“Assemblea Mondiale dell’Induismo”) hanno chiesto al Governo statale di licenziare immediatamente i cittadini cristiani che lavorano nella pubblica amministrazione. Negli ultimi anni, nell’Orissa si sono verificati vari episodi di violenza nei confronti delle minoranze religiose e delle comunità cristiane. Sono state promosse, inoltre, varie “riconversioni” di massa per “restituire” all’induismo i convertiti al Cristianesimo. (fonte Corrispondenza romana 28/05/05). Non parliamo poi del genocidio di Gujarat, a danno della popolazione musulmana.
Lettura consigliata sul tema India e Pachistan, violenza religiosa e fanatismo indù nel dopo-Gujarat: "Marito di una fanatica", di Amitava Kumar, uno scrittore indù dichiarato "nemico dell'India" da alcuni suoi connazionali. Vive tuttora con la moglie pachistana musulmana negli Stati Uniti, dove insegna. Con il titolo del libro, Kumar ha voluto ridicolizzare la letteratura "alla Stefania Atzori" che vede il fanatismo religioso solo ed unicamente nei musulmani e che spesso si traduce in alcuni libri da quattro soldi.
Nella sua opera, Kumar analizza i rapporti tra India e Pachistan, affronta il periodo Ghandiano, riporta testimonianze oculari dai villaggi distrutti dai fanatici induisti. Ah, a proposito... lo sapevate che durante la dominazione musulmana dell'India il concetto di "Popolo del Libro" e relativo statuto di protezione erano stati estesi anche agli indù?