Notizie

Loading...

giovedì 25 agosto 2005

Pisanu: Consulta pronta, Lega Nord contraria

''Il decreto istitutivo della Consulta islamica presso il ministero dell'Interno e' ormai pronto per la firma''. Il titolare del Viminale Giuseppe Pisanu lo annuncia, nel corso di un'intervista concessa al settimanale 'L'Espresso' (domani), specificando che ''si trattera' di un organo a carattere esclusivamente consultivo, chiamato a dare consigli al ministro per l'elaborazione delle politiche di tutela della sicurezza e di garanzia dei diritti civili e sociali''. Quindi, ''la Consulta si muovera' nella prospettiva di un 'Islam italiano' e cioe' di una comunita' civile musulmana rispettosa della nostra identita' nazionale e delle nostre leggi, ma libera di salvaguardare i suoi valori e la sua cultura. Sono sempre piu' convinto - afferma infatti Pisanu - che l'estremismo islamico si deve combattere a due mani: una armata contro i terroristi, l'altra tesa verso i musulmani pacifici. E' cosi' che vincera' la societa' aperta''.
Il ministro dell'Interno invita a ''concentrare la nostra attenzione su quel 95% di immigrati islamici, sostanzialmente estranei alla predicazione estremista, che sono venuti da noi solo per cercare pane e lavoro. Con loro -spiega- dobbiamo dialogare, per inserirli gradualmente nella nostra realta' economica e sociale, senza pretendere di assimilarli. Il terrorismo -ricorda- e' una minaccia anche per la stragrande maggioranza dei musulmani, perche' alimenta la diffidenza, il sospetto e l'islamofobia. Percio', questi musulmani sono nostri naturali alleati: basta renderli partecipi di una scelta comune per la pacifica convivenza''. Quanto all'altro 'fronte', quello degli estremisti islamici, Pisanu afferma che ''oggi conosciamo abbastanza bene quel mondo e specialmente i luoghi intorno ai quali si condensa il proselitismo: moschee, centri culturali, scuole coraniche, macellerie islamiche, call center, internet point, money transfer. Ma Internet ha dilatato a dismisura questo orizzonte, moltiplicando i cattivi maestri e i pessimi alunni della Jihad globale. Quello presente in Italia -conclude il ministro- e' comunque un terrorismo esogeno, di importazione''
A proposito della volonta' dichiarata dal Ministro Pisanu di istituire una Consulta islamica presso il Ministero dell'Interno, l'on. Andrea Gibelli, capogruppo alla Camera per la Lega Nord, esprime la totale contrarieta' della Lega. ''Il Ministro Pisanu - afferma Gibelli - fa riferimenti ad un Islam italiano che pero' non esiste. La Lega Nord dice no all'istituzione della Consulta islamica perche' ad oggi le regole di convivenza civile e di coabitazione con i musulmani in Italia sono state interpretate da quest' ultimi come la mancanza di volonta' di rispettare la nostra cultura e la nostra identita', ma invece solamente quella di pretendere di vivere a casa nostra con le loro regole''. Il Capogruppo leghista prosegue: ''La Consulta islamica darebbe legittimita' politica a chi non ha nessuna intenzione di integrarsi. La strada che suggeriamo noi e' un'altra: quella di tenere ben salda la cultura di riferimento dell'Occidente, che e' fatta di separazione tra la sfera laica e quella religiosa, la democrazia ed il rispetto dei diritti umani. Tre elementi irrinunciabili che ad oggi non sono iscrivibili nella storia dell'Islam. Se si rendera' necessario la questione potrebbe essere discussa dal Parlamento perche' questa istituzione riguarda aspetti della Costituzione e quindi materia parlamentare''. ''La societa' aperta a cui fa riferimento il Ministro Pisanu - conclude Gibelli - rischia di diventare un contenitore annacquato della nostra cultura, e piu' che raggiungere un improbabile risultato con un Islam italiano si rischia invece di islamizzare il Paese''.
''Avra' anche funzione consultiva per il ministro ma manifesto la mia contrarieta' a questa scelta perche' vuol dire istituzionalizzare, giudicare e riconoscere come interlocutori quelli che nessuno e' in grado di valutare essere tali''. Cosi' il ministro per le Riforme, Roberto Calderoli boccia la decisione del ministro Giuseppe Pisanu di istituire una Consulta islamica al Viminale. ''In Italia abbiamo una costituzione e delle leggi dello stato che tutti fanno il piacere di rispettare, ancor piu' se ospiti e non sempre tutti graditi. Sara' utile rivedere quelle leggi fatte che creano disparita' in funzione delle diverse religioni''.