Notizie

Loading...

giovedì 22 settembre 2005

Parlarsi è un bel gioco

"Faccio parte della prima e più importante Congregazione Ebraica Liberale italiana - http://www.levchadash.it Uno dei nostri obiettivi è il dialogo tra le religioni. Alla cerimonia di insediamento della nostra rabbina, lo scorso novembre, abbiamo invitato anche una confraternita sufi. I loro rappresentanti erano regolarmente presenti. Abbiamo invitato anche il COREIS e i Giovani Musulmani d'Italia, ma questi non si sono fatti vedere. Una nostra delegazione ha partecipato poi alla rottura del digiuno di Ramadam, invitati dalla confraternita sufi. Abbiamo proposto ai nostri amici sufi, e lo proponiamo a tutti i musulmani che incontriamo, progetti per fare incontrare i bambini, e far conoscere loro le reciproche culture e religioni. Siamo convinti che due bambini che hanno giocato assieme non diventeranno due adulti che si sparano addosso. Però da parte musulmana non abbiamo risposte. Qualcuno sa perché?"

Nissim

Carissimo Nissim,
Evidentemente, come ho scritto nella mia lettera, si devono superare alcuni decenni di ostilità e guardare assieme ad un futuro più giusto. La soluzione che lei propone è meravigliosamente semplice ed efficace, ed è un vero peccato che finora non ci sia stata nessuna mossa in questo senso. Le assicuro che farò del mio meglio per promuovere l'idea di progetti comuni per bambini ebrei e musulmani e non solo. Un caro saluto, nella speranza di poterla incontrare di persona e condividere con lei e la sua comunità momenti di dialogo e di pace.
Sherif