Notizie

Loading...

venerdì 2 settembre 2005

Uragano Katrina: i benefici della guerra in Iraq

New Orleans, o meglio, cio che ne resta è una città abbandonata a se stessa. La disperazione lascia il posto alla violenza e alla sopraffazione. Dai saccheggi delle prime ore, si è passati alle sparatorie e a una situazione fuori controllo (...) Sono centinaia, forse migliaia i cadaveri da raccogliere nell'acqua melmosa. Dall'altro la città deve fronteggiare i saccheggi che si sono trasformati in una catena di violenze organizzate, al punto che gli sciacalli non hanno più paura della polizia e della guardia nazionale che affrontano con in pugno pistole e fucili rubati nelle armerie dei grandi centri commerciali o negli ipermercati come il Wal-Mart saccheggiato martedì. Episodi di violenza sono segnalati sempre più vicino a aree densamente popolate, hotel, ospedali, case di riposo. Uno sciacallo sorpreso da un agente non ha esitato a sparare e ha ferito il poliziotto (...) Bush, in un discorso tv, ha promesso tolleranza zero contro i saccheggiatori. Ma le forze a disposizione sono scarse: la Guardia Nazionale ha molti uomini impegnati in Iraq.