Notizie

Loading...

venerdì 7 ottobre 2005

La IADL denuncia

ANSA - ROMA, 7 ott - Una denuncia nei confronti dei ministri dell'Interno Giuseppe Pisanu e di Daniele Giovanardi, fratello del ministro per i rapporti con il Parlamento, e' stata presentata alla procura di Roma dalla Islamic Anti-Defamation League (Iadl) in relazione all'inchiesta dell'Espresso in cui vengono denunciati maltrattamenti e abusi nei confronti degli immigrati rinchiusi nel cpt di Lampedusa. Lo ha reso noto la stessa associazione chiedendo le dimissioni del ministro dell'Interno e del ministro per i rapporti con il Parlamento ''per il conflitto di interesse evidente che li affligge''. Le accuse nei confronti dei due ministri, afferma la portavoce dell'associazione Halima Barre sono tra l'altro riduzione in schiavitu', percosse, lesioni personali e violenza privata. ''L'inchiesta shock di Gatti sull'Espresso conferma quello che le centinaia di associazioni che aderiscono al network italiano contro il razzismo dicono da anni sui Cpt - sottolinea Barre - sono campi di concentramento, dove aguzzini in divisa, camice e travestiti da volontari, applicano codici e comportamenti risalenti ai tempi dei campi di San Sabba, Carpi ed Auschwitz''. ''Dalla prigionia in questi campi - prosegue - abbiamo salvato centinaia di persone, grazie all'aiuto di validi legali che hanno prestato la loro opera all'organizzazione ed all'obiezione di coscienza di molti che hanno preferito mentire piuttosto che essere complici di questo scempio''. ''Ora l'importante - conclude Barre - e' che la magistratura sia immediatamente coinvolta''. (ANSA). GUI 07-OTT-05 18:22 NNN
Adnkronos - ROMA, 7 ott - ''L'inchiesta shock di Gatti sull'Espresso conferma quello che le centinaia di associazioni che aderiscono al Network italiano contro il razzismo dicono da anni sui CPT. Sono campi di concentramento'', lo afferma La Lega Islamica contro la diffamazione (Iadl - Islamic Anti-Defamation League), la cui portavoce, Halima Barre, racconta: ''Dalla prigionia in questi campi abbiamo salvato centinaia di persone, grazie all'aiuto di validi legali che hanno prestato la loro opera all'organizzazione ed all'obiezione di coscienza di molti che hanno preferito mentire piuttosto che essere complici di questo scempio''. La Iadl annuncia poi di aver presentato una denuncia presso la Procura della Repubblica di Roma nei confronti del ministro dell'Interno Giuseppe Pisanu e del responsabile delle Misericordie Daniele Giovanardi ipotizzando i reati di riduzione in schiavitu', percosse, lesioni personali e violenza privata. ''L'assenza dello specifico reato di tortura ha costretto la Islamic Anti-Defamation League a specificare ognuno dei reati, riservandosi naturalmente il deposito di un seguito della denuncia. L'articolo 3, comma 1 lettera b, della Legge Reale contro il razzismopunisce chi commette atti di violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi, aggravati dalla Mancino'', specifica l'associazione. ''L'importante e' che la magistratura sia immediatamente coinvolta'', continua Halima Barre a nome della Iadl: ''E' inspiegabile come la sinistra abbia potuto anche solo pensare che la creazione dei CPT fosse un atto democratico assimilabile all'apertura di un ClubMed: nessun campo di concentramento lo e', per definizione. Il giro d'affari miliardario che si regge sulle fragili spalle di persone la cui esistenza stessa e' considerata un reato, e' disgustoso.'' (Sin-Car/Pe/Adnkronos) 07-OTT-05 17:49 NNNN