Notizie

Loading...

giovedì 20 ottobre 2005

Rottura clamorosa tra Allam e Jabareen

IMAM COLLE VAL D'ELSA, STOP A MOSCHEE IN ITALIA? COSI' SI OFFENDONO I MUSULMANI.
ADNKRONOS - E' polemica tra l'imam di Colle Val d'Elsa, Feras Jabareen, e il giornalista Magdi Allam, suo sostenitore in parlamento per la Consulta islamica del ministro dell'Intero Giuseppe Pisanu. A dividerli, dopo un 'sodalizio' che durava ormai da tempo, il tema della costruzione di nuove moschee in Italia, a cui il vice direttore del ''Corriere della Sera'' si e' detto contrario. La sua presa di posizione non e' piaciuta all'imam, considerato tra l'altro una delle guide religiose musulmane piu' moderate, e in un'intervista al 'Manifesto' Jabareen esprime tutta la sua sorpresa per le inaspettate dichiarazioni del giornalista. ''Ho paura, voglio bene a Magdi Allam, ma non capisco dove voglia arrivare - dichiara l'imam di Colle Val d'Elsa - Prego per lui ma ho paura che l'anti-islamismo finisca per assomigliare all'antisemitismo. L'appello di Magdi Allam in cui chiede di fermare la costruzione delle moschee in Italia offende i sentimenti profondi dei musulmani. Perche' gli ebrei, i cattolici e i buddisti possono costruire e noi no?''. ''Se gli italiani devono cercare qualcuno con cui dialogare, lo troveranno nelle moschee, non nei giornali -continua Feras Jabareen- La scuola islamica esiste in tutto il mondo: e' legittima, e' un diritto. Quella di Milano l'hanno chiusa non perche' era fuori legge, ma per ragioni di agibilita'. Nessuno puo' dire che l'hanno chiusa perche' islamica''. Alle parole dell'imam si unisce anche la Islamic Anti-Defamation League, che definisce 'meschino' il comportamento di Magdi Allam.
(Mcr/Pn/Adnkronos) 20-OTT-05 12:19 NNNN