Notizie

Loading...

martedì 13 dicembre 2005

La Lega e il Nazismo

La Lega Nord scivola verso il nazismo? Questa era l'inchiesta di copertina del settimanale Diario del 17 giugno 2005, che ha preso spunto dai fatti di Varese: un albanese uccide un barista, i naziskin locali scatenano la caccia all'immigrato, la Lega solidarizza con le teste rasate. Nella città lombarda, case editrici di area nazifascista, come Settimo sigillo e Barbarossa, sono ospiti delle manifestazioni culturali organizzate dal Comune, retto dal sindaco del Carroccio Aldo Fumagalli. Nelle stesse manifestazioni trovano ospitalità i nuovi teorici della razza, come il francese Alain de Benoist. E le stesse case editrici sono magnificate nei siti leghisti locali. A Verona e nel Veneto, si profila invece una Santa alleanza tra Lega, integralismo cattolico, estrema destra e, anche qui, i nazisti dalle teste rasate. Peraltro diversi esponenti del Carroccio hanno un passato in Ordine nuovo, a cominciare dal parlamentare Mario Borghezio. Ci sono i legami personali, spiega l'inchiesta di Diario, e ormai sempre più stretti legami ideali: l'odio verso gli immigrati, l'idea del "sacro suolo" e della "pura razza" da difendere, il mito delle origini nordiche accomunano sempre più i "padani" al pensiero nazifascista. Si consiglia la visione del seguente video del giornalista di Diario, Mario Portanova, autore di un'inchiesta dal titolo "La Lega Nord scivola verso il nazismo?"