Notizie

Loading...

domenica 4 dicembre 2005

Mezzaluna d'Oro: monta la polemica

ANSA: FIRENZE; FI, SINDACO RIFIUTI PREMIO ANTI-FALLACI

''Il sindaco di Firenze, Leonardo Domenici, rifiuti il premio Mezzaluna d' oro''. Lo chiedono gli esponenti di Fi in consiglio comunale a Firenze, riferendosi all' assegnazione al primo cittadino del riconoscimento della Islamic anti-defamation league rivolto a chi si e' distinto per il dialogo. Per il coordinatore toscano degli azzurri, Denis Verdini, ''in pratica, Domenici sara' insignito per essersi opposto all' assegnazione a Oriana Fallaci del Fiorino d' oro'', l' onorificenza del Comune di Firenze. La cerimonia e' infatti in programma il 7 dicembre in Palazzo Vecchio, sede del Comune di Firenze. ''Guarda caso - sottolinea Verdini - lo stesso giorno in cui Milano consegnera' l' Ambrogino d' oro alla grande scrittrice fiorentina''. Per il leader toscano degli azzurri, quindi, si tratta di ''un atto di demonizzazione nei confronti della Fallaci, rea di aver condotto una coraggiosa battaglia in difesa dell' identita' e dei valori dell' Occidente''. Intanto, il gruppo azzurro in consiglio comunale ''chiede a Domenici di rifiutare questo premio''. Il capogruppo Paolo Amato e il consigliere Enrico Bosi annunciano anche che ''i nostri parlamentari presenteranno un' interpellanza o un' interrogazione al ministero dell' Interno per conoscere esattamente chi c' e' dietro questa associazione, da chi e' composta e da chi e' finanziata''.
ADNK: VERDINI (FI), 'MEZZALUNA D'ORO' ENNESIMA PROVOCAZIONE CONTRO FALLACI

Adnkronos - ''L'ennesima provocazione, quasi un atto di sfida, contro una delle figlie piu' illustri di Firenze, Oriana Fallaci''. Cosi' il coordinatore regionale di Forza Italia Toscana, Denis Verdini, commenta l'iniziativa della Islamic anti-defamation league che mercoledi' prossimo, con una cerimonia a Palazzo Vecchio, assegnera' il premio ''Mezzaluna d'oro'' al sindaco di Firenze, Leonardo Domenici e, tra gli altri, al gip di Milano Giuseppina Forleo e al primo cittadino di Marano, che ha cancellato una strada dedicata ai martiri di Nassiriya sostituendola con l'inititolazione a Yasser Arafat. ''La cosa grave - aggiunge Verdini - e' che tutto cio' accade in una sede istituzionale, il Comune di Firenze, e coinvolge direttamente il sindaco Leonardo Domenici che e' anche presidente nazionale dell'Anci, insignito del riconoscimento, in pratica, per essersi opposto all'assegnazione del Fiorino d'oro alla Fallaci''. Una cerimonia che, ''guarda caso, cade nello stesso giorno in cui Milano consegna l''Ambrogino d'oro' alla grande scrittrice fiorentina - conclude il coordinatore toscano di Fi -. Un atto che rientra in una precisa strategia di demonizzazione nei confronti della Fallaci (rea di aver condotto una coraggiosa battaglia in difesa dell'indentita' e dei valori dell'Occidente) e che, sul piano politico ostacola, anziche' favorirlo, il processo di integrazione dell'Islam moderato''.
ANSA e ADNK : MALIK (IADL TOSCANA), ALBERTINI E LEGA PREMIANO CARNEFICI

''Se Albertini e la Lega Nord premiano i carnefici, l' antislamismo e l' antisemitismo, noi preferiamo premiare le vittime, le persone che rispettano la legge e la applicano, e le vittime della follia leghista, italoforzuta e Fallaciana''. Lo dice, in una nota, la responsabile toscana della Islamic Anti-Defamation League (Iadl), Hasna Malik, spiegando le motivazioni del premio Mezzaluna d' oro che, fra gli altri, e' stato assegnato al sindaco di Firenze, Leonardo Domenici e che verra' consegnato a Palazzo Vecchio il 7 dicembre, mentre a Milano si svolgera' la cerimonia della consegna dell' Ambrogini d' Oro. Contestando anche Magdi Allam, tra i premiati con l' Ambrogino d' Oro, Malik afferma: ''Dare un premio ad una pluri indagata a livello internazionale come Oriana Fallaci, che con i suoi libri ha raggiunto il medesimo grado di infamia di Hitler con il Mein Kampf, fornendo benzina ai roghi razzisti, e' uno schiaffo in faccia a tutti i democratici che non dimenticano dove hanno portato le persecuzioni delle minoranze etniche''.