Notizie

Loading...

domenica 24 settembre 2006

Ci scusiamo con gli omonimi

"Buongiorno sarò brevissimo. Come vede mi chiamo Andrea Sartori le scrivo perchè esiste un mio omonimo di cui lei e altri parlano che spesso scrive su questo ed altri blog. Ecco ho quasi preso un infarto lo giuro. Io ho 23 anni studio lettere sto cercando di diventare giornalista o scrittore, vedere e leggere quello che A.S. scrive mi fa rabbrividire. Siccome ha creato scalpore e fatto proseliti io tengo a precisare che esisto anche io che mi chiamo purtroppo come lui ma che sono praticamente il suo negativo. Volevo iscrivermi al forum del corriere proprio per criticare anzi smontare il pseudogiornalista hallam. Mi ritrovo internet che dice che Andrea Sartori adora e idolatra questo arabo pentito. Ecco volevo solo precisare perchè questa cosa mi manda ai matti. Complimenti per l blog davvero interessante. Scusate ma cercate di capirmi".
Andrea Sartori, 23 anni, Brescia
Caro Andrea, innanzittutto ti ringrazio per i gentili complimenti, e per averci reso partecipi di questo tuo disagio, perfettamente comprensibile e condivisibile. Ti assicuro che hai tutta la mia solidarietà: non è facile essere omonimi di uno come Andrea Sartori (il nostro, il mio Andrea Sartori).
Ma poteva andarti peggio: ringrazia Iddio che non sei omonimo di Stefania Lapenna. Pensa che chiunque digiti "Trombata" su Google la trova normalmente tra i primissimi risultati, dopo "trombata sul divano" e "trombata in macchina". Non proprio il massimo come pubblicità, diciamocelo: ma è mica colpa mia se "trombata" significa anche "chi è stato bocciato in un’elezione" e che lei abbia ottenuto lo sfavillante risultato di cinque voti (il suo, quelli dei genitori, quello del fidanzato incapace di intendere e volere oltre quello del gatto) alle elezioni del comune di Cagliari, dopo aver gridato per giorni che le mie critiche non facevano altro che "portarle voti".
Comunque, stai tranquillo: Sartori non ha né proseliti, né eserciti e difficilmente potrà essere confuso con te, sia per età che per stupidità umana. A chiunque basterà poco per distinguere un Andrea Sartori intelligente dal nostro ma è comunque cosa buona che tutti i suoi omonimi ne prendano le distanze: effettivamente è molto imbarazzante, e credo che si debba condannare senza se e senza ma il suo comportamento, come tu hai fatto. Dobbiamo difendere la sacralità del nome di Andrea Sartori, e distinguere gli Andrei Sartori moderati da quelli che predicano l'Odio. Questi ultimi dovrebbero essere espulsi dall'Italia e privati dal permesso di chiamarsi Andrea Sartori.
Comunque, scherzi a parte, al di fuori del forum di Allam, quello là si esibisce su questo blog e pochi altri, anche se le migliori prestazioni si svolgono qui. Diciamo che ho l'esclusiva, e che non intendo recedere dal contratto virtuale sottoscritto: lui ci fa divertire tutti, e io gli faccio pubblicità aggratis. Prima o poi però, credo che farò pagare ai lettori un abbonamento per accedere ai suoi commenti migliori: raggiunta una buona sommetta, mi ritirerò in una hacienda a Cuba.