Notizie

Loading...

lunedì 18 settembre 2006

Il quesito dello sceriffo

AdnKronos - Il rabbino capo sefardita di Israele critica le parole del Papa sull'Islam e Maometto. In una lettera inviata allo sceicco Yusef Qaradawi, uno dei più influenti predicatori islamici, Shlomo Amar afferma: «La nostra via è quella di onorare ogni religione e ogni nazione come è scritto nel libro dei profeti...Anche quando c'è una battaglia tra le nazioni, questa non può essere trasformata in una guerra di religioni». La lettera, scritta in arabo, è stata prima inviata al rabbino Menachem Froman, dell'insediamento ebraico di Tekoa, in Cisgiordania, che ha aggiunto alcune sue considerazioni: «Ogni ebreo che studia le scritture dei grandi saggi sa che i nostri grandi pensatori hanno scritto in arabo, hanno vissuto nei Paesi islamici e hanno partecipato con i grandi pensatori musulmani allo sforzo per spiegare la parola di Dio...Noi sappiamo che l'Islam è una religione di pace».
Posto che il Rabbino Capo di Israele sostiene che l'Islam è una religione di pace, secondo voi, lo sguattero Sartori sarebbe in grado di etichettarlo lo stesso come "antisemita"?