Notizie

Loading...

sabato 2 dicembre 2006

Giuramento

Keith Ellison - il democratico eletto nel Minnesota che diventerà il primo musulmano ad entrare, il mese prossimo, nel Congresso degli Stati Uniti- ha suscitato scalpore con la sua richiesta di prestare giuramento su un Corano anziché sulla Bibbia. Per alcuni, il giuramento sul testo sacro dell'Islam, significa «minare la civiltà americana». Per altri, se «si è incapaci di giurare sulla Bibbia, allora non si entra nel Congresso». «Non dovrebbe essere consentito a Ellison di giurare sul Corano: non perché gli americani siano ostili al testo sacro dei musulmani ma perché la sua scelta mina alla base la cultura americana», ha protestato il commentatore conservatore Dennis Prager. Ellison ha osservato invece che «la Costituzione consente a tutti di giurare, per assumere un incarico, su qualsiasi testo preferiscano. È questo il pilastro della libertà di religione». Il deputato musulmano ha detto di avere ricevuto centinaia di messaggi email «bigotti e razzisti» dove viene invitato a «dimettersi» se non intende prestare rispetto al libro «su quale l'America è stata fondata».