Notizie

Loading...

giovedì 25 gennaio 2007

De gustibus

Un gruppo di residenti a Colle Val D'Elsa sta provando di tutto per impedire la costruzione della Moschea, che tra l'altro procede con ritmi da record. Fra le loro ultime trovate, ci sono le cosiddette "salsicciate" nel parco attiguo al cantiere, con le quali credono di offendere la comunità islamica locale. Probabilmente non hanno capito che se a qualcuno aumenterà il colesterolo, questi non saranno di certo gli islamici. E che mentre loro si abbuffano di salsiccie nel parco, c'è un extracomunitario tunisino che dà lavoro a decine di italiani, che lavorano speditamente nella costruzione dell'edificio di culto. Poco fa, alcuni comitati contrari alla costruzione della moschea hanno chiesto alla Fondazione Monte dei Paschi di Siena la revoca del contributo concesso per la realizzazione, in quanto la concessione edilizia per i lavori sarebbe scaduta (di appena qualche giorno), il che farebbe delle opere attuate delle opere "abusive". Fortunatamente, la Fondazione ha fatto sapere che esaminerà ''una eventuale richiesta di proroga'' come è ''prassi normale''. Suggerisco ai comitati contrari alla Moschea del Colle di inviare alla Fondazione lettere di protesta corredate dell'ultima emissione di francobolli cinesi, dedicati all'anno del maiale e "conditi" all'aroma in agrodolce: grattando la superficie del francobollo si sprigiona l'odore della famosa specialità cinese, mentre leccando la colla sul retro, del maiale in agrodolce si potrà anche gustare il sapore.