Notizie

Loading...

lunedì 19 marzo 2007

Brava gente e Cattivi Maestri

Un giorno, Magdi Allam scrisse che "Tra una legittima emozione calcistica e una sacrosanta vacanza al mare, forse vale la pena soffermarsi sulla realtà dell’inquilino della porta accanto e che potrebbe condizionare il nostro futuro". Ovviamente Allam voleva avvertire il cittadino italiano medio della "pericolosità" dei vicini di casa musulmani - potrebbero essere Kamikaze in sonno - senza mettere in conto la probabile presenza di uno come Olindo Romano, il mostro di Erba. Il Corriere della Sera ci informa che colui che ha sgozzato, assieme alla moglie, tre donne e un bambino: "Legge di tutto, ma specialmente romanzi e la trilogia di Oriana Fallaci. Uno dei libri l’ha restituito sottolineato e scarabocchiato nelle parti che parlavano di rabbia e rancore". Come volevasi dimostrare, quindi, la strage di Erba era dettata da una forte motivazione razzista. Non è casuale che il mostro passi il suo tempo studiando, sottolineando e scarabocchiando i libri della Fallaci. Forse vale la pena soffermarsi sulla realtà dell'inquilino della porta accanto e che potrebbe condizionare il nostro futuro. O sgozzarci. Specie se legge la Fallaci. O Magdi Allam.