Notizie

Loading...

martedì 10 aprile 2007

Ich liebe Italien

L’Italia, con una popolazione «nativa» che non cresce più ma ha già incominciato a diminuire lentamente, nel non remoto anno 2050 è destinata a salire addirittura al quarto posto della classifica mondiale, fra le nazioni industrializzate che sono meta dei principali flussi migratori. La notizia inaspettata emerge dal rapporto dal Dipartimento affari economici e sociali delle Nazioni Unite che sarà pubblicato nei prossimi giorni al Palazzo di Vetro di New York e che il Corriere.it è in grado di anticipare nelle conclusioni principali. «In termini di medie annuali – si legge nella bozza dell’indagine condotta da una commissione di esperti demografici di 47 paesi – i maggiori destinatari di immigrati stranieri saranno gli Stati Uniti (1,1 milioni all’anno), il Canada (200.000), la Germania (150.000) e l’Italia (139.000)».