Notizie

Loading...

domenica 19 agosto 2007

Calda estate

Dopo l'ennesimo attentato contro una moschea in Italia, pubblico volentieri il comunicato stampa di Stefano G. Ingala, Responsabile Cittadini Immigrati del Partito della Rifondazione Comunista a Biella.
In questa estate così calda (non solo per le alte temperature estive) la stampa, quasi quotidianamente, ci informa che si vanno moltiplicando attacchi incendiari ed esplosivi - di matrice razzista e fascista - diretti contro le moschee e i cittadini di religione islamica presenti nel nostro Paese.
Questi atti ignobili non sono altro che la manifestazione pratica delle teorie strampalate sulla presunta arretratezza dell'Islam e degli islamici, sulle presunte colonne terroristiche di matrice islamica, che giornalisti ed intellettuali, conservatori e ignoranti, ogni giorno vomitano dai giornali e telegiornali, creando un clima di intolleranza e fornendo l'alibi alle azioni infami di qualche imbecille che, ritenendosi portatore o depositario di chissà quale superiore civiltà, si permette di aggredire persone inermi e pacifiche.
L'Imam Hamid Zariate, (colpito a Milano, ndr) vive con la famiglia nella provincia di Biella, ed è molto noto tra la comunità islamica locale. Fortunatamente, in questo attentato, ha avuto la peggio solamente l'automobile. Le cosa poteva avere un risvolto più drammatico. Rifondazione esprime solidarietà all' Imam Hamid Zariate e alla comunità islamica biellese, sempre aperta ed impegnata in un percorso di maggiore integrazione nel territorio e con la popolazione biellese.
Stefano G. Ingala
Responsabile Cittadini Immigrati
Partito della Rifondazione Comunista Biella