Notizie

Loading...

lunedì 27 agosto 2007

Pezzo Grosso e la casta dei Minacciati

In questo paese, per salire agli onori della cronaca, i musulmani devono appartenere ad una delle seguenti categorie: quella dei musulmani Cattivi o quella dei musulmani Minacciati.
I musulmani Cattivi, per essere davvero Cattivi, con tanto di C maiuscola, hanno un'infinita e variegata gamma di opzioni a loro disposizione, basta scegliere l'azione giusta da compiere: buttare un crocefisso dalla finestra, murare una Madonnina, rapire Gesù Bambino oppure - se abbastanza creativi - vantare improbabili amicizie con Bin Laden. Quelli Minacciati, invece, hanno una sola opzione: quella di essere minacciati, appunto. Ma siccome in questo clima di telecamere nascoste, trasmissioni montate, e conseguenti eventuali espulsioni, è difficile trovare in Italia qualcuno - per fortuna - che abbia il coraggio di andare in giro a minacciare i Minacciati, questi, spesso e volentieri, le minacce se le devono importare dall'estero oppure inventarle di sana pianta.
Questo sembra essere - per esempio - il caso del capostipite dei Minacciati in Italia: Magdi Allam, detto anche Er Minacciato. Come ben sapete, Magdi Allam ha la fama di essere uno Minacciato. E non un Minacciato qualsiasi. E' il più Minacciato di tutti, in Italia. Il Minacciato Assoluto. Tanto che gira - a nostre spese - con una corte degna del Gran Moghul: auto blu, camionette cariche di carabinieri, e tra i sette e i dieci uomini di scorta. Quando però provi a chiedere ad Allam chi l'ha minacciato esattamente, risponde come segue (Magdi Allam, Io amo l'Italia, p.138) : "Da chi sono minacciato? Sono consapevole di non essere al corrente di molte minacce, di cui sono invece informati i servizi segreti". Nella speranza che non siano quelli di Pio Pompa, nel cui archivio segreto è stato ritrovato anche un dossier intestato a "Magdi Allam", volete scommette che non ce lo diranno? Non si chiamano mica "segreti" per caso...
Poi, come esempi di minacce di cui può invece parlare, Allam elenca fatti gravissimi: la IADL ha aperto un sito con l'indirizzo "Magdiallam.it", il presidente dell'UCOII gli ha detto "Non vogliamo avere a che fare con te", e Pietrangelo Buttafuoco - caporedattore di Panorama - lo ha invece erronamente presentato come "copto". Qualcuno avrebbe persino descritto un suo attacco come "colpo di coda di uno scorpione", e siccome Maometto - nel deserto dell'Arabia - ha detto che era lecito uccidere gli scorpioni nel periodo del pellegrinaggio, quando non è lecito uccidere gli animali, ebbene, signori, anche questa è una minaccia. Belle minacce, direte voi.
Ecco spiegato il mistero della "Fatwa che non c'è". Allam è fatto cosi: qualunque cosa può prestarsi a fare da minaccia. Anche le critiche ai suoi libri, lo sono. E a che servono le minacce? Ad avere le scorte. E a che servono le scorte? Lo dice molto bene questo pezzo pubblicato sul sito Altopiano 7 comuni in occasione della visita di Allam per la presentazione del suo libro: "Guarda che scorta, sarà un pezzo grosso.." diceva la gente sull’Altopiano di fronte alle tre auto-blu con lampeggiante, sei-sette guardie armate con giubbotto antiproiettile, auricolari e camionetta dei carabinieri al seguito. Ma il pezzo grosso è Magdi Allam..."
Converrete con me che non è del tutto pacifico, poi, scoprire che tutti i Minacciati Musulmani d'Italia si rivelino in seguito o siano già da prima, ottimi amici del PezzoGrossoMagdiAllam. Sarà perché tra Minacciati ci si capisce. O perché si è minacciati per contagio. Il bello, poi, è che quando chiedi che cosa hanno fatto queste persone nella loro vita, il motivo per cui sono diventati testimonial del cosiddetto Islam moderato, perché vengono spupazzati in giro per convegni, presentazioni, trasmissioni, consulte, o il perché trovino ben presto sponda nelle case editrici, nelle richieste di finanziamenti, ecc, la risposta è: "Ma ovvio! E' perché sono Minacciati!". Già: sembra quasi una Casta.
Ma perché scrivo di tutto questo? Ebbene, lo ammetto. Voglio essere Minacciato anch'io. Faccio fatica a capire perché non riesca a far parte di questa fortunata categoria. Anche perché le minacce che conservo tra i commenti suonano molto più gravi di quelle che ricevono loro. Roba tipo: "ATTENTO, PRIMA O POI TI BECCO PER STRADA, MUSULMANO DI MERDA, APPESTATO, BASTARDO". L'ultima invece recita: "Sherif tornatene a casa. Tu qui sei uno straniero mussulmano non hai diritto prima o poi ve la faremo pagare come agli arabi siciliani ed ai turchi a Lepanto. Aspetta e vedrai. Cazzi tuoi se rimarrai". Eppure non godo dei benefici concessi dallo Stato ai Minacciati! Qualcuno me lo sa spiegare? Sarà perché sono extracomunitario? Razzismo! Razzismo!