Notizie

Loading...

mercoledì 26 marzo 2008

Non c'è più religione

La conversione di Magdi Allam non sfugge al vignettista Vauro Senesi, le cui caricature sono state occasione di polemica da parte dello stesso vice direttore del Corriere delle Sera. «Leggendo il suo pio editoriale - scrive Vauro ad Allam sul numero di domani del quotidiano gratuito Dnews, diffuso in alcune città italiane - anche il cuore duro di un ateo, comunista di professione, come me, si è aperto alla fede; chè il Cantico alle creature di San Francesco al confronto di quello di San Magdi a se stesso pare una canzonetta di Sanremo». «Lei che lo conosce - aggiunge Vauro rivolgendosi idealmente al Pontefice - metta una buona parola per me con Sua santità Magdi Cristiano Allam, che sia lui e non un Papa qualsiasi ad impartirmi il santo sacramento». Nei giorni scorsi Allam aveva criticato Vauro per la vignetta sulla candidata del Pdl Fiamma Nirestein, raffigurata con un simbolo fascista, un logo del Pdl e la stella di David. Fonte: ANSA, 24 marzo.

Il suo battesimo l'ha chiamato "approdo di un lungo cammino" Infatti Magdi Allam non è più di primo pelo, avendo compiuto più di cinquecento mesi. Fino a Pasqua il giornalista scrittore è stato musulmano e l'abbiamo imparato perchè in tutti i suoi articoli e i suoi libri ha sempre ritenuto di dircelo: il motivo non lo conosciamo, ma sappiamo che coloro che condividevano il suo credo non lo ritenevano un buon fratello per i suoi giudizi negativi sull'islam: per il fatto che si sia convertito ai princìpi e ai principi del cattolicesimo, probabilmente così in torto non erano. Lungi da noi l'entrar nel merito se non per a) chiederci se necessita ancora della scorta fornitagli con i nostri soldi dallo stesso ministro dell'interno che si serve della consulenza di quelli che Cristiano (nome di battesimo) definisce pericolosi b) se terrà di stabilire, lui, come deve essere l'islam moderato c) ora che ha ritenuto di dichiarare al mondo, non per modo di dire, che è cattolico, amico di illustri cardinali, battezzato nella notte di Pasqua dal Papa, assistito dal padrino di CL, riterrà di intervenire sul cristianesimo moderato e quello no? Fonte: Megachip

Tremendo Magdi "Cristiano" Allam, detto anche il Michael Jackson del Corriere della Sera. La sua conversione ha fatto arrabbiare i suoi ex fratelli musulmani. Centotrentotto saggi seguaci del Profeta non l'hanno presa bene e gli hanno contestato questa "plateale" conversione a mezzo televisivo. Inoltre - secondo noi giustamente - i saggi dell'Islam (gente tutta per bene con forti rapporti con la Santa Sede) se la prendono con la Chiesa che, grazie alla visibilità di suddetta conversione, cerca di "prendere punti" agli occhi dell'opinione pubblica occidentale. E fin qui, ci sta. Ma ad alzare la voce sono stati anche tanti laici. Complimenti a Bobo Craxi per la dichiarazione più chiara: il fondamentalismo alla Allam ci mette in pericolo. Perché il punto è proprio questo: secondo Magdi Cristiano non esiste un Islam moderato, il che è come dire che i musulmani sono tutti terroristi (tranne lui, s'intende). Non proprio una mano al dialogo. Ma soprattutto è una tesi "fondamentalista", uguale e contraria a quella di Al Qaida per la quale tutti i cristiani e occidentali sono Satana. Insomma è la tesi delle Crociate, delle guerre religiose medievali. Qualcuno svegli Cristiano Allam e il suo Papa: siamo nel XXI secolo. Purtroppo l'acqua del Fonte battesimale non è servita a far sbollire la sua testa calda. Fonte: Rosso di Sera