Notizie

Loading...

domenica 23 marzo 2008

Sul Corriere

VENA POLEMICA - «Sono contento che Magdi Allam abbia raggiunto, si spera dopo autentica, convinta e disinteressata riflessione spirituale, il capolinea del suo travagliato percorso religioso dissimulato ai lettori del ’Corriere’ fino alla sorpresa pasquale»: così Sherif El Sebaie, collaboratore del ’manifesto’, esponente della comunità islamica torinese e noto blogger commenta il battesimo di Allam. «Ora che Cristiano Allam afferma di essersi finalmente liberato dalla ’radice del male che è insita in un islam che è fisiologicamente violento e storicamente conflittuale’ - prosegue El Sebaie in riferimento alla lettera pubblicata dal quotidiano di via Solferino - ci si augura che si comporti secondo i preziosi dettami di Gesù Cristo che ha amato il diverso, il ladro, l’assassino, la prostituta, il corrotto e quindi lasci, finalmente, sia il ’Corriere’ che i musulmani cattivi in pace». (Corriere)