Notizie

Loading...

venerdì 30 maggio 2008

Ufficiale: Italia paese pericoloso e razzista

Sia il clima di xenofobia che i recenti provvedimenti sulla sicurezza varati dal governo, ma con un vasto consenso da parte dell'opposizione, rischiano di fare dell'Italia "un paese pericoloso" non solo per i rom e per alcuni gruppi d'immigrazione, ma "potenzialmente per ognuno di noi". Lo dice Amnesty International nel giorno del lancio del suo rapporto annuale sulla situazione dei diritti umani. (...) "Atti normativi approvati con un approccio affrettato e propagandistico, dichiarazioni discriminatorie e attacchi xenofobi stanno minando seriamente i diritti umani fondamentali delle minoranze presenti nel nostro paese, in una preoccupante linea di continuità nel passaggio da un governo al successivo", ha detto ancora Carboni, che ha accusato i politici italiani - ma anche "una parte della stampa" - di aver sdoganato "un linguaggio razzista". (Reuters)

Anche dagli Usa un monito all'Italia contro razzismo e xenofobia. L'Anti Defamation League (Adl), la principale delle organizzazioni americane ha chiesto al governo italiano di «condannare pubblicamente (gli atti di) xenofobia contro i Rom e la retorica contro i Rom», perché «rischiano di incoraggiare l'atmosfera che ha reso possibile attacchi come quelli a Milano e a Napoli». Il direttore nazionale dell'Adl, Abraham Foxman, ha scritto una lettera al ministro dell'interno Roberto Maroni, spiegando che a suo avviso «la vitale democrazia italiana uscirà rafforzata da un chiaro messaggio del governo» attraverso il quale «si impegna a proteggere i suoi residenti Rom e tutte le vittime della violenza razzista». Un silenzio del governo, secondo Foxman «potrebbe inviare un messaggio sbagliato» e cioè che chi «commette violenza xenofoba in Italia rimane impunito». (Il Messaggero)