Notizie

Loading...

venerdì 20 giugno 2008

Schiavi e negrieri

Sahid Saber Abd El Basset, un operaio egiziano di 29 anni, è stato ucciso ieri pomeriggio a Gerenzano, nel Varesotto, dal figlio del suo datore di lavoro. All’origine della tragedia, una lite per un mancato pagamento. Abd El Basset viveva da una decina di anni in Italia ed era titolare di un permesso di soggiorno. Nel pomeriggio di ieri si era presentato negli uffici della ditta di costruzione Katon insieme al fratello chiedendo il pagamento di alcuni arretrati, ma, non essendoci il titolare, aveva protestato con il figlio diciannovenne, Antonio Fioramonte. A questo punto sarebbe scoppiata una lite tra il gruppo di lavoratori stranieri e Fiormonte, che ha estratto una pistola calibro 9 e sparato contro Abd El Basset, colpendolo mortalmente al petto (Ha svuotato l'intero caricatore sulla vittima, ndr e non aveva - nè lui nè il padre - il porto d'armi, ndr). L’omicida si è dato alla fuga, per consegnarsi ai carabinieri solo dopo qualche ora, su consiglio dei familiari che lo avevano raggiunto telefonicamente. “Mi hanno minacciato con un'ascia'', avrebbe raccontato il ragazzo ai militari, che però non hanno trovato riscontri sul luogo del delitto.