Notizie

Loading...

domenica 27 luglio 2008

Ad memoriam

La settima arte ha perso uno dei suoi più noti servitori molto attaccato all’Egitto ma aperto sull’universale, regista impegnato, fervido difensore della libertà d’espressione e delle libertà individuali e collettive. Shahin cercò tutta la vita attraverso le immagini di denunciare la censura, il fanatismo e l’integralismo. Intellettuale di grande indipendenza, era un fervido difensore della mescolanza delle culture.
Commento dell'Eliseo sulla morte del regista egiziano Youssef Chahine