Notizie

Loading...

lunedì 1 dicembre 2008

Allam. Comincia la débâcle

Le mie considerazioni sulla nuova invenzione di Allam si possono leggere qui.

Il fertile terreno centrista/cattolico/democristiano continua ad essere protagonista di una rigogliosa stagione di creatività: dopo il Partito dell’Alleanza e l’Alleanza di centro, ecco che, nel giro di poche settimane, il panorama politico si “arricchisce” di un nuovo soggetto politico, Protagonisti per l'Europa Cristiana. A leggere il programma transitorio del partito sembra di essere ad un passo dal lancio della 5° Crociata: “considero il Partito Protagonisti Per l’Europa Cristiana una scelta personale e un dono del Signore”. "Nella consapevolezza che la nostra Europa è in preda ad una deriva etica - dice Magdi Allam dopo aver indossato elmo e armatura - che si alimenta di una concezione materialista e consumista della vita; così come è prigioniera di una malattia ideologica naufragata nel nichilismo, relativismo, islamicamente corretto, buonismo, laicismo, soggettivismo giuridico, autolesionismo, indifferentismo e, sul piano più ampio della gestione sociale, nel multiculturalismo […] il Partito Protagonisti Per l’Europa Cristiana si assume la storica missione di riscattarci sul piano personale e collettivo proclamando uno stato di emergenza etica, che consideri come priorità nazionale italiana e comunitaria europea la riscoperta, l’adesione e la difesa della nostra comune civiltà europea cristiana". Spiegare questa abbondanza di etica e valori ai numerosi pregiudicati e ai collezionisti di famiglie che siedono in Parlamento sarà più impegnativo della conquista di Costantinopoli. (Polis)

Non se ne sentiva il bisogno e non se ne capiscono le ragioni, eppure l'Italia da oggi ha un nuovo partito politico. Si chiama "Protagonisti per l'Europa cristiana", si autoproclama laico, ma promette di battersi contro tutto cio' che odora di nichilismo, relativismo, islamicamente corretto, buonismo, laicismo, soggettivismo giuridico, autolesionismo, indifferentismo e multiculturalismo. (...) E' un partito che si occupa di valori e principi morali, ovvero di quello che, in un'ottica liberale, dovrebbe essere lasciato esclusivamente ai singoli individui nella loro libertà morale e spirituale, e restare il piu' possibile estraneo alle preoccupazioni della politica e del buon governare. E' insomma un partito che dà l'impressione di nascere quasi sulla falsariga di certi partiti delle destre religiose arabe ed europee, che si fonda sull'etica, non sulla ricerca delle soluzioni concrete ai problemi della collettività e che dà l'impressione di voler "insegnare alla gente a vivere", anziché assicurare loro "la libertà di vivere liberamente".(Sostenibile)

Nel nome dell'occidente, Magdi Cristiano Allam, vicedirettore del Corriere della Sera, ha fondato ufficialmente il nuovo partito della destra integralista: Protagonisti per l'Europa cristiana. (...) Come dire che Allam ha fondato un altro partito di destra integralista, specchio fedele del totalitarismo fondamentalista islamico che vorrebbe arginare. Peccato. (Tusciaweb)

''Non contento della sua conversione, Magdi 'Cristiano' Allam ha esordito nella sua nuova, per così dire, fede attaccando i diritti degli omosessuali. Se questo e' il frutto della conversione possiamo dire che ce la poteva anche risparmiare. Passare da un integralismo all'altro, contestare il fanatismo islamico per diventare un fanatico e fondamentalista cattolico non ci pare un gran progresso''. Cosi' replica a Magdi Cristiano Allam l'ex deputato Franco Grillini, presidente di Gaynet, associazione omosessuale di informazione. ''In ogni caso - aggiunge - Allam dica pure quel che crede, ma ci risparmi la litania di colui che a parole e' contro le discriminazioni e nei fatti fa dell'omofobia il perno della sua predicazione. La famiglia, caro Allam, e' quella che uno si sceglie e la morale cattolica e' tanto plausibile quanto la morale omosessuale. Vorrei ricordare ad Allam che siamo in una democrazia liberale e non in una teocrazia, il che vuol dire che ognuno si sceglie la famiglia che crede e che nessuno puo' negare i diritti alle persone in base all'orientamento sessuale o all'ideologia della 'famiglia naturale'''. (Gaynews)

Non bastavano 60 partiti, da oggi ce ne sono 61. Per Magdi Allam è la seconda conversione: da musulmano a cristiano, e ora da giornalista a politico. Ieri il vicedirettore del Corriere della Sera ha presentato il suo nuovo partito: «Protagonisti per l’Europa Cristiana». (Il Giornale)

Questa si che è una notizia! "Magdi abbandona il giornalismo per fondare un partito: "Protagonisti per l'Europa cristiana". (...) Non avremo dunque più "Noi e gli altri di Magdi Cristiano Allam": "Un forum di libero e civile confronto sui temi più dibattuti nell’Italia che guarda al mondo plurale e globalizzato: immigrazione, islam, dialogo tra le civiltà, identità nazionale, diritti dell’uomo". Tutti l'hanno voluto come collaboratore: i quotidiani il Manifesto e La Repubblica, poi il Corriere della Sera, che si è "accontentato" di averlo come vicedirettore ad personam, senza incarichi di responsabilità sulla linea politica del giornale, ovviamente. A conclusione: (...) l'Europa è minacciata anche se c'è il Salvatore Magdi Allam, Cristiano con un padrino eccellente come il giornalista Maurizio Lupi, membro di Comunione e Liberazione e deputato di Forza Italia. (Tellus Folio)

Conclusione prevedibile - e ampiamente prevista - del percorso di conversione di Magdi Cristiano Allam, da (tiepido) fedele musulmano a cattolico integralista e da giornalista a leader politico. Passare dalla prima pagina di Repubblica (che ha la responsabilità di avergli dato notorietà e credibilità) alla prima pagina del Corriere (come vicedirettore ad personam) evidentemente non gli bastava. (Queerblog)

Dopo 35 anni di onorata carriera giornalistica, Magdi Allam abbandona tutto e fonda un partito. Protagonisti per l'Europa Cristiana, così si chiama la nuova creatura del giornalista mussulmano convertito al cristianesimo la scorsa Pasqua direttamente dalle mani del Papa. (...) Nonostante le parole di Allam, un nuovo partito fondamentalmente cristiano (per non dire fondamentalista cristiano) vedremo quale sarà il risultato, anche in termini elettorali, della nuova creatura. (Schegge di Vetro)

Per l'esordio del suo partito, Allam ha scelto una scenografia estremamente minimal: due soli manifesti con la scritta «Sì, noi siamo i protagonisti e ce la faremo», sormontata dalla una sua foto sorridente, e lo stemma del movimento. (...) In platea nessun volto noto. (Il Messaggero)