Notizie

Loading...

lunedì 6 settembre 2010

Il Fascismo e i Diritti delle Donne

La sporca guerra di Libia, di Michele Strazza*

"Cufra fu sottoposta a tre giorni di saccheggi e violenze: 17 capi senussiti furono impiccati, 35 indigeni evirati e lasciati morire dissanguati, 50 donne stuprate; si registrarono anche 50 fucilazioni e 40 esecuzioni con ascia, baionette e sciabole. Le truppe vittoriose si abbandonarono a ogni atrocità: alle donne incinte venne squartato il ventre e i feti infilzati, giovani donne furono violentate e sodomizzate con le candele, teste e testicoli mozzati portati in giro come trofei, tre bambini immersi in calderoni di acqua bollente, ad alcuni vecchi vennero estirpate le unghie per essere poi accecati".

* Professore incaricato presso la Scuola di Specializzazione per l’Insegnamento Secondario (SSIS) dell’Università degli Studi della Basilicata, si è occupato di Storia delle Istituzioni Giuridiche e Politiche Contemporanee, pubblicando numerose opere sul periodo fascista. La sua produzione storica ha ricevuto vari riconoscimenti tra cui il Premio Internazionale UNLA-UCSA 2007