Notizie

Loading...

domenica 2 gennaio 2011

La paura della comunità copta

«Alessandria è un laboratorio ormai», sostiene invece Sherif el Sebaie, egiziano di fede islamica da 10 anni in Italia ed esperto di diplomazia internazionale. «Temo che quello che sta succedendo sia una prova generale per fare dello scontro religioso una strategia della tensione da parte dei movimenti fondamentalisti». Bisogna inoltre fare una distinzione fondamentale per quanto riguarda l'Egitto precisa ancora Sherif: «Quello che vive la comunità religiosa copta è una discriminazione popolare piuttosto che persecuzione di una minoranza religiosa, che invece avviene in altri paesi. E questo avviene anche perché manca sicuramente una strategia educativa alla convivenza con altre religioni e in particolare con quella copta».

Leggi l'articolo di Karima Moual su Il Sole24ore