Notizie

Loading...

domenica 13 marzo 2011

Scaletta di priorità: bastonare gli altri.

Giovedì il comando ha trasmesso ai vigili delle nove zone (di Milano, ndr) la scaletta delle priorità fino alle elezioni comunali: multare i venditori di fiori (stranieri, non votano), lotta agli abusivi nei mercati (per lo più senegalesi), pattugliamento a 10 chilometri all’ora per garantire l’effetto sicurezza. Le nuove 'indicazioni operative' sono state accolte dai vigili più anziani con una risata. «Succede prima di ogni elezione, ma questa volta ci sono andati giù pesante dice un ghisa di lungo corso, da una vita in zona 5 quando si avvicinano le urne si smette di fare multe a chi poi voterà, e si bastonano gli altri. Un tempo c’era la regola della targa: fare i verbali ai genovesi e ai bolognesi, tanto il sindaco lo eleggono a casa loro. Adesso ce la si prende con chi dà fastidio». (Repubblica)