Notizie

Loading...

domenica 25 novembre 2012

L'Egitto dalla padella alla brace.



La borsa del Cairo tracolla all'apertura e perde il 9,5%, e per questo si sospende mezz'ora, a causa della dichiarazione costituzionale con cui il neo eletto presidente Mohamed Morsi ha concentrato su di se' nuovi poteri, ponendosi di fatto al di sopra del potere giudiziario ed aprendo un duro scontro istituzionale nel paese. L'organizzazione che rappresenta i giudici in Egitto ha indetto uno sciopero immediato di tutti i tribunali e uffici della procura contro il decreto. Nel frattempo continuano anche oggi al Cairo gli scontri tra forze dell'ordine e manifestanti dell'opposizione laica, vicino piazza Tahrir, dove i manifestanti hanno lanciato pietre contro gli agenti che hanno risposto con gas lacrimogeni. Tra gli slogan, 'Abbasso il regime', 'Abbasso il potere della guida spirituale', in riferimento al leader dei fratelli Musulmani. Per martedì è stata convocata a Piazza Tahrir una mega manifestazione di protesta contro Morsi dai partiti liberali e socialisti che contestano i nuovi poteri che si è auto attribuito il presidente egiziano. Ma è anche stata annunciata una grande contromanifestazione di matrice islamica a sostegno del Presidente e delle sue pretese. È facile prevedere che martedì sarà una giornata tragica. C'è da sperare che entro allora chi ha la responsabilità di governo fermi l'annunciata guerra civile. Intanto io continuerò a porre questa domanda fino alla nausea: ma quelli che due anni fa facevano il tifo per far passare l'Egitto dalla padella alla brace dove sono finiti? Perché io ricordo benissimo che due anni fa sul web e non solo si aggiravano decine di pseudo esperti e "turisti della rivoluzione" che, tra insulti e aggressioni squadristiche al sottoscritto che preannunciava il disastro che si stava profilando all'orizzonte, strombazzavano chissà quali meraviglie democratiche. Quando chiunque dotato di buon senso poteva benissimo immaginare che una volta caduto il governo autoritario e laico di Mubarak, il potere sarebbe passato agli organizzatissimi islamisti, che con la democrazia c'entrano come i cavoli a merenda. Facile fare la rivoluzione col c****o degli altri, deficienti che non siete altro, nevvero?