Notizie

Loading...

lunedì 5 novembre 2012

Primavera (sic) araba in progress.

Scontri violenti sono scoppiati ieri sera nella periferia di Tunisi tra gruppi salafiti e polizia. Un militante islamico radicale è stato ucciso dalla polizia che ha risposto all'attacco da parte dei salafiti di due commissariati della guardia nazionale tunisina a Manouba. Lo ha riferito il portavoce del ministero degli Interni, Khaled Tarrouche. 

Quattro Egiziani delle forze di sicurezza in servizio nel Sinai sono stati attaccati  mentre pattugliavano in macchina il confine nord della penisola, nel sobborgo di El Arish. 3 sono rimasti uccisi mentre il quarto uomo è rimasto ferito. “Uomini armati appartenenti ad un gruppo jihadista hanno attaccato il veicolo e sparato sui passeggeri e, successivamente, si sono dileguati”, ha dichiarato una fonte anonima della polizia.
 
Miliziani libici hanno attaccato e appiccato il fuoco all'edificio che, nel centro di Tripoli, e' sede del quartier generale dei servizi di sicurezza. Lo riferiscono testimoni, aggiungendo che nel corso di violenti scontri con una milizia rivale, uomini armati hanno saccheggiato alcuni locali della sede. Dal canto loro, combattenti filo-governativi hanno saccheggiato negozi nella zona di Zawiya Street, gettando in strada mercanzie e suppellettili fatte a pezzi.

(Agenzie varie)